Il campo di applicazione: Arti visive

Cenni storici della scena artistica dell’Istria dagli anni ’90 ad oggi

Dopo un periodo in cui la scena artistica era stata dominata dalla pittura postmoderna , che si era fatta largamente sentire negli anni 80’, sotto l’influenza di tendenze europee e mondiali, pure in Istria; portando in risalto un nucleo ben riconoscibile di artisti postmodernista; il periodo che parte dagli anni 90’ ed arriva ai giorni nostri è stato caratterizzato da una atomizzazione (scomposizione) delle pratiche artistiche e dalla mancanza di una corrente dominante, nonché, causa l’influsso di tendenze neoconcettualistiche, a portato al graduale allontanamento dai metodi artistici tradizionali, fino ad allora predominanti, ed all’avvicinamento verso altri metodi quali la fotografia, il video, le istallazioni, l’esibizione, oppure ad una riformulazione nell’utilizzo dei metodi tradizionali.
In Istria è presente un numero relativamente alto di artisti (l’Associazione croata degli artisti professionisti dell’Istria conta circa 170 membri) che, ognuno in modo diverso, plasmano la scena artistica della penisola istriana; un numero distinto degli stessi (una ventina circa) ha concorso attivamente, nello scorso ventennio, nella creazione della scena artistica nazionale, prendendo parte sia alle mostre di arte contemporanea croata, quali la Biennale degli giovani (Zagabria) e il Salone di Zagabria, che ad antologie curaturiali dell’arte contemporanea croata di alto livello quali „Nova hrvatska umjetnost“/ La Nuova arte croata (Zagabria, Moderna Galeria-Galleria di arte contemporanea, 1993), Ispričati priču“/ Racontami una storia ( Zagabria, Museo dell’arte contemporanea,2001.) i „Here Tommorow“/ Qui Adesso (Zagabria, Museo dell’arte contemporanea,2002.). Va messo in rilievo il fatto che gli artisti istriani non solo hanno partecipato alle su menzionate mostre, ritenute anche come indicatori rilevanti del sistema di valori, ma sono stati pure premiati e più volte riconosciuti quali massimi dell’arte croata, tanto da venire in diverse occasioni invitati a partecipare alle mostre mondiali più prestigiose (quali ad. Es. la Biennale di Venzia).
Nonostante il fatto che le gallerie istriane non soddisfano ancora pienamente gli standard per una presentazione di qualità dell’arte visiva contemporanea, alcune istituzioni e diversi promotori di progetti artistici hanno cercato (e si mobilitano tuttora), nell’ambito delle proprie possibilità organizzative, tecniche, finanziarie ecc., di rendere costantemente possibile la presentazione al pubblico (culturale istriano )di mostre d’arte visiva contemporanea, sia istriana che nazionale o internazionale (sebbene in quantità minore). Vanno ricordate per tanto :la Galleria cittadina di Albona, le Gallerie Luka e Anex a Pola (HDLU dell’Istria e il Centro Multimediale Luka), la Galleria del museo civico di Rovigno (Galleria Piccola e Grande e la Chiesa di S. Tommaso), la Piccola Galleria, la Galleria Zucatto e la sede della Dieta Istriana a Parenzo (Università Popolare Aperta di Parenzo), la Galleria Rigo a Cittanova, la Galleria Dante Marino Cettina a Umago ecc.

Tra i progetti di esposizione più significativi dell’ultimo ventennio in Istria possiamo mettere in risalto la prassi HDLU dell’Istria nel realizzare vasti progetti curaturiali , (quali ad es. „Iskorak“, „Multimeridiano“, „Viaggio nell’ignoto“, „La mappatura della città”, ecc.), la tradizionale Annuale di Parenzo organizzata dall’Università Popolare Aperta, il Cinemania(c) organizzato dal Centro Multimediale Luka, e di recente i progetti del Museo Istriano di arte contemporanea (che si sta fondando) („Siamo qui“), le mostre nate da progetti curatoriali nell’ambito del Festival Jadran Polis Europa, ecc.
Inoltre, la qualità e il carattere particolare dell’arte visiva istriana va ricercata anche in una serie di progetti minori quali le mostre giornaliere nel villaggio di Šikuti e, di recente, anche a Villa di Rovigno ( Studio Golo Brdo); nelle colonie artistiche quali ad esempio la colonia di pittori „Riviera“ che prende luogo a Parenzo, il simposio mediterraneo di scultura di Dubrova nei pressi di Albona; e attraverso i progetti di società corporative quali la Galleria Adris a Rovigno ( in maggior parte orientata a presentare l’arte moderna croata).

Nonostante il fatto che diversi musei e gallerie della penisola istriana hanno raccolto negli anni le opere di distinti autori contemporanei dell’Istria e di altre regioni croate ( va ricordata la collezione di pittura contemporanea del Museo civico di Rovigno), si nota ,tuttavia, la necessità di organizzare un acquisto più ambizioso e sistematico delle opere di qualità nate nell’ultimo ventennio; e, si spera per tanto, che ciò rappresenterà una delle attività principali del Museo dell’arte contemporanea dell’Istria, recentemente istituito. Se si parla di progetti volti alla presentazione dell’arte contemporanea istriana al di fuori dell’Istria, vanno messi in risalto in modo particolare le attività portate avanti dalla Galleria Rigo e dalla sua amministratrice Jerica Ziherl (progetti „Blu istriano“, „Arte istriana contemporanea”, „New Croatian Art“, ecc.), i progetti di Mladen Lučić ( per es. „Iskorak“, „Siamo qui“ , ecc.) , così come i progetti curati da Branka Benčić („Camere“, „La mappatura della città’“ ecc.).

Alen Floričić

  1. HDLU Istre , 52100 Pula
  2. Art centar galerija/udruga , 52000 Pazin
  3. Batana – Centar vizualnih umjetnosti , 52210 Rovinj
  4. Blok – udruga za kulturu i umjetnost , 52210 Rovinj
  5. Bubamara d.o.o , 52100 Pula
  6. Caffe-galerija Downtown , 52220 Labin
  7. Cvajner d.o.o. / Galerija Cvajner , 52100 Pula
  8. Don Luka Kirac , 52203 Medulin
  9. Društvo likovnih stvaratelja Pazin , 52000 Pazin
  10. Ferlin d.o.o. , 52100 Pula
  11. Fundacija Miroslav Šutelj , 52424 Motovun
  12. Galerija Alvona , 52220 Labin
  13. Galerija Fonticus – Grožnjan , 52 429 Grožnjan
  14. Galerija Klovićevi dvori , 10000 Zagreb
  15. Galerija Marin , 52470 Umag
  16. Galerija Marino Cetina , 52470 Umag
  17. Galerija Megaron , 52100 Pula
  18. Galerija Milotić , 52100 Pula
  19. Galerija Sybilla , 54240 Buzet
  20. Lila – studio za vizualno stvaralaštvo , 52220 Labin
  21. Mediteranski kiparski simpozij , 52220 Labin
  22. Međunarodna likovna kolonija Medulin 1997 , 52100 Pula
  23. Muzej suvremene umjetnosti Istre , 52 100 Pula
  24. ROS dizajn studio d.o.o. , 52203 Medulin
  25. Stožer , 52100 Pula
  26. Studio Documentum , 52210 Rovinj
  27. Studio Gobbo d.o.o. , 52429 Grožnjan
  28. Studio Golo brdo , 52210 Rovinj
  29. Studio Web art , 52475 Savudrija
  30. Studio za fotografiju Foto duga , 52210 Rovinj
  31. Studio za vizualno stvaralaštvo Lila , 52220 Labin
  32. Umjetnička udruga Cavae romanae , 52100 Pula

KULTURISTRA – Sito internet culturale della Regione Istriana


Kulturistra.hr è un progetto della Regione Istriana e dell’Associazione Metamedij avviato e finalizzato allo sviluppo della rete informatica culturale nella Regione Istriana. Il progetto mira ad offrire informazioni sulle attualità culturali e nello stesso tempo offrire l’accesso a varie basi di dati che conterranno informazioni su tutte le persone attive nella scena culturale, sulle attività culturali, sui concorsi internazionali e sui potenziali partner internazionali. Con questo progetto vogliamo migliorare la comunicazione a livello orizzontale e verticale, che significa la comunicazione tra differenti enti culturali Istriani, tra gli enti culturali e gli artisti, ed in fine tra gli enti culturali, gli artisti ed il pubblico.
Il progetto è finanziato dalla Regione Istriana.

Foto recenti


CONTATTACI

captcha

Copyright © kulturistra.hr 2014 | Impressum